Percorso 1 Lezione 5

Magistratura

La magistratura è l’insieme di tutti gli organi della giustizia civile, pe- nale, amministrativa che, nel loro complesso, costituiscono il potere giudiziario (potere dello Stato autonomo e indipendente, di pari dignità rispetto a quello legislativo delle Camere e quello esecutivo o amministrativo del Governo).

Tale potere è il titolare unico della funzione giurisdizionale, cioè della potestà di dare corretta, concreta e uniforme applicazione al diritto, ove questo non sia rispettato o sia controverso tra più soggetti.

Quello della separazione del giudice dal legislatore e dall’amministrato- re è un principio radicato nella cultura democratica: per garantire la libertà degli individui è indispensabile che le funzioni dello Stato siano suddivise tra diversi poteri, fra loro autonomi e indipendenti (principio della separa- zione dei poteri). Il Parlamento ha il compito di creare la norma giuridica, il Governo deve dare ad essa esecuzione mentre la Magistratura deve accer- tare il diritto nel caso concreto ed applicare le sanzioni previste nel caso in cui la norma sia violata.

Ciò spiega perché il costituente in antitesi al regime fascista nello scri- vere il Titolo IV della Parte Seconda ha sancito i principi dell’autonomia, indipendenza e terzietà del giudice.

La giurisdizione

La giurisdizione è una delle tre funzioni tipiche dello Stato e consiste nella potestà pubblica e autonoma di dare applicazione concreta alle norme dell’ordinamento giuridico. Essa è attribuita a particolari organi dello Stato, in posizione di terzietà e imparzialità, che costituiscono, nel loro complesso, il potere giudiziario.

L’esercizio della giurisdizione presuppone l’esistenza di una controversia sull’applicazione del diritto, sorta per l’incertezza sulle norme giuridiche regolanti una data situazione o per il rifiuto di un soggetto di osservare tali norme. La controversia può sorgere tra soggetti privati (ad es. per la ven- dita di una data cosa), fra privati e la pubblica amministrazione (ad es. per la concessione in uso di un bene pubblico) o, ancora, fra diritto di difesa dell’individuo e diritto punitivo dello Stato (nel processo penale, in cui il pubblico ministero svolge la funzione di pubblica accusa).

Scopo della giurisdizione è quello di dichiarare il diritto da applicare nella situazione controversa e costringere chi si rifiuti di assoggettarvisi.

Nell’ambito del sistema giurisdizionale italiano può distinguersi fra giu- risdizione ordinaria e giurisdizione speciale.